Newsletter Sindaci

Logo stampa
 
 
Newsletter Sindaci - Territorio di Bologna
Condividi
Facebook Google Plus Linkedin Pinterest Tumblr

In Primo Piano

 

09.03.2018 - A Bologna quasi 22.000 studenti coinvolti nelle attività didattiche gratuite promosse da Hera nell'anno scolastico 2017-2018

Pozzo di scienza
Parte il 12 marzo a Bologna il Pozzo di Scienza
,che farà tappa nelle scuole secondarie di secondo grado di ogni indirizzo delle principali città dell'Emilia-Romagna, coinvolgendo sui temi scientifici circa 20.000 ragazzi e ragazze. Il tema di questa edizione è la Società 4.0, che si basa su una vera e propria rivoluzione informatica, che parte dall'enorme diffusione che stanno avendo i dati e i prodotti digitali che li processano. I cittadini, immersi in questa nuova rete che integra infrastrutture, dispositivi, dati e persone, devono quindi sviluppare competenze che possano consentire loro di essere inclusi e di comprendere in maniera critica il nuovo mondo che si sta costruendo. Studenti, esperti e ricercatori discuteranno dei tanti vantaggi che la tecnologia ha portato alle nostre attività.

Nel bolognese le attività proseguiranno fino al 17 marzo e coinvolgeranno circa 3.700 studenti, distribuiti su 149 classi di 16 istituti superiori, che parteciperanno a 19 incontri, 30 laboratori e 7 game conference e workshop.

Queste le scuole coinvolte: Liceo Laura Bassi, Istituto Aldini Valeriani Sirani, IIS Ettore Majorana (San Lazzaro di Savena), ITCG Crescenzi Pacinotti, IIS Belluzzi Fioravanti, Liceo scientifico statale Sabin, IPSAS Aldrovandi-Rubbiani, Liceo Galvani, Liceo scientifico G. Bruno (Budrio), IISS Caduti della Direttissima (Castiglione dei Pepoli), Scuole Manzoni, ITCS G. Salvemini (Casalecchio di Reno), IIS Giordano Bruno (Medicina), Liceo scientifico Sant’Alberto Magno, Istituto alberghiero Bartolomeo Scappi, carcere minorile del Pratello, Istituto J.M. Keynes, casa circondariale Dozza.

I primi appuntamenti, lunedì 12 marzo, sono in programma all’IPSAS Aldrovandi Rubbiani, all’IIS Bruno, al Liceo Galvani e all’IIS Belluzzi Fioravanti, al Liceo scientifico Bruno di Budrio e all’Istituto Aldini Valeriani Sirani.

Tra gli incontri scientifici che hanno registrato più iscrizioni spiccano “Internet of things: l’evoluzione digitale degli oggetti”, in cui si affronterà il tema dell’estensione di internet ai luoghi e agli oggetti concreti, “Mappe interattive”, per scoprire come fa Google a dirci dove siamo e cosa stiamo facendo, e “Clima e laghi: un approccio 4.0 alla geomorfologia” per capire come la tecnologia può immagazzinare e fornire dati dettagliati su clima e geomorfologia. Per quanto riguarda i laboratori, il più richiesto è “Salute digitale”, con ben 21 richieste.

La Grande Macchina del Mondo
900 scuole, più di 3.200 classi e complessivamente 70.000 studenti delle province da Bologna a Rimini sono i protagonisti dell’ottava edizione de La Grande Macchina del Mondo.

Sul territorio di Bologna accedono al programma 205 scuole, 831 classi e circa 18.000 studenti.

Nel bolognese per le scuole dell’infanzia e primarie si terranno 98 spettacoli teatrali, 43 atelier creativi, 325  storytelling e percorsi tematici. Anche quest’anno tutte le classi che parteciperanno al laboratorio teatrale Sognambolesco riceveranno in omaggio il libro “Il cielo non va mai a dormire”, scritto da Emanuela Nava e illustrato da Patrizia La Porta in esclusiva per Hera.

I laboratori scientifici e creativi e i giochi a squadre con cui si cimenteranno gli studenti delle scuole secondarie di 1° grado saranno oltre un centinaio.

Il percorso l’Itinherario Invisibile, particolarmente apprezzato nelle scorse edizioni, riproporrà il ciclo di visite, virtuali e non, ai principali impianti gestiti da Hera per vedere e conoscere lati nascosti di come si “lavorano” le risorse. Tutte le classi, anche quelle che non hanno possibilità di recarsi in esterno, potranno scoprire il dietro le quinte della gestione di servizi importanti per i cittadini, accompagnati e orientati dagli operatori Hera. Più di 2000 studenti hanno partecipato a questa esperienza lo scorso anno.

L’impegno di Hera a sostegno dell’istruzione si rinnova per l’ottavo anno consecutivo con l’obiettivo di fornire ai giovani ulteriori spunti per diventare cittadini consapevoli e sensibili verso il territorio e il pianeta che ci ospita, attraverso lo sviluppo di una solida cultura ambientale. L’offerta didattica, sempre gratuita, è rivolta alle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di 1° e 2° grado con un programma che affronta le tradizionali tematiche ambientali, idriche ed energetiche attraverso laboratori scientifici, giochi a squadre e concorsi a premi.

L’elenco completo delle attività è disponibile su www.gruppohera.it/scuole