Newsletter Sindaci

Logo stampa
 
 
Gruppo Hera - Home Page
 
 
 
Newsletter Sindaci - Territorio di Forlì-Cesena
Condividi
Facebook Google Plus Linkedin Pinterest Tumblr

Notizie

 

04.07.2011 - Distrettualizzazione: reti idriche sotto stretto controllo

mappa distretti
distrettualizzazione rete idrica

Arginare il fenomeno delle perdite fisiche lungo la rete idrica è per Hera un obiettivo primario nella quotidiana gestione del servizio. Per questo continua l’impegno del Gruppo nel progetto di distrettualizzazione che ha l’obiettivo di aumentare l’efficienza della rete grazie a migliori livelli di monitoraggio e controllo. Un’attività fondamentale per intervenire in modo significativo soprattutto sul fronte delle perdite occulte, causa ogni anno dello spreco di grandi quantità di risorsa. Simile a un’immensa ragnatela sotterranea, la rete è progressivamente suddivisa da Hera in porzioni, chiamate ‘distretti’, in ognuno dei quali il consumo di acqua è costantemente monitorato attraverso appositi misuratori di portata. Questo consente di rilevare e circoscrivere consumi fuori dai parametri ordinari e di avviare apposite ispezioni in grado di individuare e limitare le perdite nascoste.

L’avanzamento del processo di distrettualizzazione della rete si affianca ad altre attività messe in campo da Hera per garantire un servizio all’insegna dell’efficienza e della riduzione degli sprechi. Si tratta in particolare di una minuziosa riduzione della pressione di esercizio della rete e del  monitoraggio delle portate minime notturne in uscita dai serbatoi di accumulo, oltre all’utilizzo di modelli matematici e strumenti tecnologici sempre più avanzati per la ricerca programmata delle dispersioni. Dal 2005 ad oggi Hera ha controllato quasi 24mila degli oltre 26.500 chilometri di rete gestita su tutto il territorio servito e, nel solo 2010, sono stati circa 5.000 i chilometri di condotte ispezionati - una lunghezza pari alla distanza che separa Lisbona e Mosca - consentendo di evitare un significativo spreco di acqua, stimato in 6,4 milioni di metri cubi.

Un’attività importante, resa possibile dall’impegno che Hera ha sino ad oggi garantito al territorio in termini di know-how, gestione e investimenti. A fronte dei 2 miliardi di euro all’anno (per i prossimi 30 anni) stimati da Federutility per migliorare a livello nazionale il servizio idrico, i 224 comuni in cui opera Hera hanno potuto contare su circa 100 milioni di investimenti all’anno negli ultimi 5 anni. Ciò significa un indice d’investimento di 420 euro per ogni 1.000 metri cubi di acqua fatturata, il più alto fra le grandi utility italiane del settore