Newsletter Sindaci

Logo stampa
 
 
Newsletter Sindaci - Territorio di Modena
Condividi
Facebook Google Plus Linkedin Pinterest Tumblr

In Primo piano

 

23.02.2018 - A Modena quasi 16.000 studenti coinvolti nelle attività didattiche gratuite promosse da Hera nell'anno scolastico 2017-2018

Il Pozzo di Scienza

Pozzo di scienza
Parte il 26 febbraio a Modena il Pozzo di Scienza,che farà tappa nelle scuole secondarie di secondo grado di ogni indirizzo delle principali città dell'Emilia-Romagna, coinvolgendo sui tempi scientifici circa 20.000 ragazzi e ragazze. Il tema di questa edizione è la Società 4.0, che si basa su una vera e propria rivoluzione informatica, che parte dall'enorme diffusione che stanno avendo i dati e i prodotti digitali che li processano. I cittadini, immersi in questa nuova rete che integra infrastrutture, dispositivi, dati e persone, devono quindi sviluppare competenze che possano consentire loro di essere inclusi e di comprendere in maniera critica il nuovo mondo che si sta costruendo. Studenti, esperti e ricercatori discuteranno dei tanti vantaggi che la tecnologia ha portato alle nostre attività.

Nel modenese le attività proseguiranno fino al 5 marzo e coinvolgeranno circa 3.850 studenti, distribuiti su 154 classi nei 13 istituti superiori, che parteciperanno a 18 incontri, 39 laboratori e 9 game conference e workshop. Queste le scuole: l’IIS Marconi (Pavullo nel Frignano), il Liceo scientifico Wiligelmo (Modena), l’IIS A.Volta (Sassuolo), l’ITIS Enrico Fermi (Modena), il Liceo scientifico Manfredo Fanti (Carpi), l’Istituto A.F. Formiggini (Sassuolo), l’ITIS L. Da Vinci (Carpi), l’ITES Jacopo Barozzi (Modena), l’IIS Fermo Corni (Modena), l’Istituto A.Barbieri (Pievepelago), l’IIS Paradisi (Vignola), l’ITCG A.Baggi (Sassuolo), il Liceo classico di Vignola c/o IIS Paradisi (Vignola).
I primi appuntamenti, lunedì 26, sono in programma nei licei Wiligelmo di Modena e Fanti di Carpi; negli ISS Marconi, di Pavullo, e Volta, di Sassuolo; presso il Fermi, a Modena, e il Formiggini di Sassuolo.
Tra gli incontri scientifici che hanno registrato più iscrizioni spiccano quelli a tema informatico, tra cui “Il futuro è dell'intelligenza artificiale?”, che propone agli studenti una riflessione circa i processi di apprendimento che caratterizzeranno le macchine di domani, e i gli approfondimenti sull’internet delle cose, come “Internet of things: l'evoluzione digitale degli oggetti” e “Internet of things e domotica: un matrimonio duraturo. Per quanto riguarda i laboratori, il più richiesto è “Collega robot”, un esperimento durante il quale un robot viene effettivamente programmato per svolgere determinata azioni.

La Grande Macchina del Mondo
900 scuole, più di 3.200 classi e complessivamente 70.000 studenti delle province da Modena a Rimini sono i protagonisti dell’ottava edizione de La Grande Macchina del Mondo.
Sul territorio di Modena accedono al programma 150 scuole, 541 classi e circa 12.000 studenti.
Nel modenese per le scuole dell’infanzia e primarie si terranno 58 spettacoli teatrali, 34 atelier creativi, 281 storytelling e percorsi tematici. Anche quest’anno, tutte le classi che parteciperanno al laboratorio teatrale Sognambolesco riceveranno in omaggio il libro “Il cielo non va mai a dormire”, scritto da Emanuela Nava e illustrato da Patrizia La Porta in esclusiva per Hera.
I laboratori scientifici e creativi e i giochi a squadre con cui si cimenteranno gli studenti delle scuole secondarie di 1° grado saranno oltre un centinaio.
Il percorso l’ Itinherario Invisibile, particolarmente apprezzato nelle scorse edizioni, riproporrà il ciclo di visite, virtuali e non, ai principali impianti gestiti da Hera. Tutte le classi, anche quelle che non hanno possibilità di recarsi in esterno, potranno scoprire il dietro le quinte della gestione di servizi importanti per i cittadini, accompagnati e orientati dagli operatori Hera. Più di 2.000 studenti hanno partecipato a questa esperienza lo scorso anno.
L’impegno di Hera a sostegno dell’istruzione si rinnova per l’ottavo anno consecutivo con l’obiettivo di fornire ai giovani ulteriori spunti per diventare cittadini consapevoli e sensibili verso il territorio e il pianeta che ci ospita, attraverso lo sviluppo di una solida cultura ambientale. L’offerta didattica, sempre gratuita, è rivolta alle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di 1° e 2° grado con un programma che affronta le tradizionali tematiche ambientali, idriche ed energetiche attraverso laboratori scientifici, giochi a squadre e concorsi a premi.

Nuovi progetti per le scuole di Modena
Alle classi delle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di 1° grado del comune di Modena è riservato il nuovo concorso A scuola con energia che invita a realizzare un’opera creativa sul tema del risparmio energetico. Inoltre, le scuole primarie e secondarie di 1° grado per le quali il Comune di Modena e il Gruppo Hera hanno previsto interventi di riqualificazione energetica partecipano anche al progetto di educazione ambientale ... e MO risparmia, che assegna a ogni istituto un premio proporzionale ai risparmi energetici conseguiti. On line tutte le informazioni per partecipare e vincere i premi in palio: http://ascuolaconenergia.gruppohera.it/.

Riciclandino premia nel modenese le scuole che fanno la differenziata
Riciclandino è il progetto ambientale che stimola scuole, famiglie e ragazzi a fare con cura la raccolta differenziata, conferendo quanti più rifiuti nelle stazioni ecologiche per portare alla propria scuola incentivi economici impiegabili a fini didattici. Il progetto è dedicato a tutte le scuole (infanzia, primaria, secondaria di 1° e 2° grado) dei comuni in provincia di Modena che hanno aderito all’iniziativa.

L’elenco completo delle attività è disponibile su www.gruppohera.it/scuole