Newsletter Sindaci

Logo stampa
 
 
Gruppo Hera - Home Page
 
 
 
Newsletter Sindaci - Territorio di Ferrara
Condividi
Facebook Google Plus Linkedin Pinterest Tumblr

In Primo piano

 

04.03.2022 - Digi e Lode: dal Gruppo Hera 95.000 euro in arrivo nelle scuole

Digi e Lode

La chiamano generazione Z, è la più innovativa e tecnologica di sempre, soprattutto nell’apprendimento e nell’intrattenimento. Per andare incontro a questa esigenza, già nei primi anni di scuola, il Gruppo Hera torna in campo con Digi e Lode.
Dopo numerose edizioni nei territori di Emilia-Romagna, Marche e Abruzzo, quest’anno il progetto è stato esteso anche a Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia e Puglia e prevede ogni quadrimestre la premiazione di diverse scuole: le somme messe in palio dalla multiutility, assegnate in base ad apposite classifiche stilate alla fine di ciascun quadrimestre, sono destinate a finanziare progetti di digitalizzazione scolastica che possono essere scelti in autonomia dagli istituti a seconda delle esigenze specifiche.

In consegna i premi relativi al primo quadrimestre 2021/2022
Sono in corso proprio in questi giorni le consegne dei premi per 95 mila euro destinati alle prime 38 scuole vincitrici nel primo quadrimestre 2021/2022, 2.500 euro per ciascuna. Nella classifica, per quanto riguarda i comuni emiliano-romagnoli, sono presenti una scuola del Modenese, una di Imola, una di Ferrara, una di Ravenna e una di Castel Guelfo (Bologna). Nelle Marche, invece, vincono tre scuole della provincia di Pesaro. Mentre sono di Francavilla al Mare le due scuole premiate in Abruzzo.
Su http://digielode.gruppohera.it/ è consultabile la graduatoria completa.

La prima edizione in Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Lombardia e Puglia: 28 scuole premiate
È ricca di premi la prima edizione del progetto nei territori del Veneto e Friuli-Venezia Giulia con 28 scuole premiate: quattro a Udine e provincia, due a Gorizia, due a Trieste, tre nella città di Padova e provincia, cinque in provincia di Treviso, tre in provincia di Vicenza, cinque in provincia di Bergamo e quattro in provincia di Foggia.
Con l’estensione del progetto, il Gruppo Hera mostra la sempre maggiore attenzione nella valorizzazione dei territori serviti, nelle esigenze espresse dalle comunità e soprattutto nello sviluppo delle nuove generazioni.

Digi e Lode: la digitalizzazione della scuola è patrimonio collettivo
Come hanno fatto le scuole ad aggiudicarsi i premi? È grazie alle scelte dei cittadini. Con Digi e Lode, infatti, tutti possono contribuire a far vincere le scuole della propria città: basta attivare i servizi digitali che il Gruppo Hera mette gratuitamente a disposizione. I punti che ne derivano vengono ripartiti tra le scuole primarie e secondarie di primo grado, pubbliche e paritarie, del comune di residenza di chi ha attivato il servizio. È possibile indicare una scuola di preferenza, in tal caso i punti assegnati vengono quintuplicati.
Con Digi e Lode si sostengono la formazione scolastica, l’innovazione, lo sviluppo del territorio, la tutela dell’ambiente. In questo modo si contribuisce al raggiungimento di cinque obiettivi dell’Agenda Onu 2030: istruzione di qualità, città e comunità sostenibili, industria innovazione e infrastrutture, partnership per gli obiettivi, consumo e produzione responsabili.

375 mila euro già distribuiti per progetti di digitalizzazione scolastica
Complessivamente dall’avvio del progetto, con Digi e Lode il Gruppo Hera ha già donato 375.000 euro alle scuole vincitrici nel territorio servito in Emilia-Romagna, Marche e Abruzzo. I premi sono stati destinati a progetti di digitalizzazione scolastica, principalmente per l’acquisto di monitor touch, lavagne interattive multimediali, videoproiettori, notebook e tablet, microscopi elettronici, percorsi formativi sulla progettazione tridimensionale, pc, webcam, stampanti 3D e laser, chiavette usb e SIM per la connessione dati.

Circa 178 mila servizi digitali attivati in quattro mesi
Nel primo quadrimestre 2021/2022 sono stati circa 178 mila i servizi digitali del Gruppo Hera attivati dai clienti. In particolare, oltre 46.000 sono state le richieste per l’invio elettronico della bolletta e più di 71.400 le iscrizioni ai Servizi Online. Solo l’app dedicata alla raccolta differenziata, il Rifiutologo, è stata scaricata oltre 60.300 volte.